Coworking: il valore aggiunto della “connettività”

Per coworking, non si intende solo, condivisione di un ambiente da parte di professionisti che svolgono attività indipendenti in diversi settori, è più di una condivisione informale di spazi e strumenti, più di un abbattimento dei costi di gestione di un ufficio, ma in realtà, il coworking è uno stile di vita lavorativo basato sulla condivisione di valori.

Il coworking si sta sempre più configurando come catalizzatore di persone orientate all’innovazione attraverso la collaborazione.

L’obiettivo dei professionisti che scelgono di lavorare all’interno di un coworking è migliorare la qualità della vita lavorativa e creare nuove opportunità di business grazie alla costruzione e al mantenimento di legami professionali scelti.

Questi legami diventano i principali canali per veicolare anche scambi di tipo professionale. L’ambiente del coworking è frequentato spesso da persone con skills professionali differenti alle quali chiedere un consiglio o una consulenza. Il tuo vicino di scrivania potrebbe rivelarsi un prezioso collaboratore!

La prossimità fisica tra le persone con competenze diverse genera nuove idee progettuali e la disponibilità di servizi facilita il passaggio dall’idea all’azione. L’innovazione, infatti, non nasce in gruppi di lavoro omogenei al loro interno, ma dall’incontro di persone con competenze ed esperienze diverse.

L’azione individuale e quella collettiva però lasciano il loro posto all’azione connettiva, che acquisisce sempre maggiore rilevanza. Nel mercato del lavoro odierno, caratterizzato dalla tecnologia, digitalizzazione dell’economia e dalla diffusione del lavoro indipendente, una delle competenze centrali ed imprescindibili per poter “sopravvivere” è il capitale sociale: il network di relazioni professionali che consente la circolazione delle informazioni e conoscenze che creano competitività e valore!

L’attenzione si sposta dal singolo professionista alla rete in cui è inserito.

Il coworking è ambiente fertile per la generazione ti tale valore aggiunto, perché ti permette di inserirti in una rete di conoscenze professionali scelte in cui la collaborazione e la connettività sono centrali.